C’era una volta… Un cantastorie in azienda

C’era una volta… Un cantastorie in azienda

Il libro di Piera Giacconi ci sorprende a partire dal titolo: “C’era una volta… Un cantastorie in azienda” (FrancoAngeli editore) oltre per quel che racconta e suggerisce. Già immaginiamo lo stupore e una certa diffidenza che potrebbe suscitare in chi vive oggi in un’organizzazione aziendale, nel costante affanno tra crisi ed emergenze quotidiane; ma è proprio in questo contesto che un cantastorie può trovarsi a proprio agio ed essere utile. Perché?

cover ok libro giacconi

.

Il cantastorie che porta le fiabe in azienda ha la capacità di far emergere le risorse che chi lavora spesso ignora di possedere, o sottovaluta quanto siano generatrici di energia e benessere se riesce a liberarle. Questo libro dimostra come sia possibile, dedicando anche un capitolo a diverse situazioni d’impresa in cui le fiabe sono state applicate con successo: fatti, quindi, e non parole effimere.

“C’era una volta… Un cantastorie in azienda” e Piera Giacconi hanno collezionato articoli e recensioni positive di esperti in comunicazione e organizzazione aziendale, da la Repubblica.it  a Luisa Carrada, oltre che da diverse riviste specializzate in formazione aziendale. I motivi sono nella semplicità di una scrittura che rivela come le fiabe in azienda possono aiutare ad affrontare i problemi in modo creativo e trasformarli in positivo.

Grazie alla struttura delle fiabe tradizionali, infatti, si possono sdrammatizzare anche le situazioni più difficili o complesse, esorcizzare la paura del nuovo o dell’ignoto poiché in ogni narrazione, in ogni fiaba, c’è un’esperienza e un insegnamento utile da sperimentare.

Leggendo, scopriamo che le fiabe della tradizione millenaria arrivano alla coscienza di chi le ascolta attraverso immagini simboliche, metaforiche, archetipi e hanno un potere trasformativo sorprendente nella comunicazione, nei team building, nel decision making, nel public speaking e in altri processi organizzativi perché muovono e liberano le emozioni per trovare soluzioni pragmatiche, ragionevoli.

LOGO VOCE FIABEIl libro è suddiviso in quattro sezioni e spiega come la fiaba può essere vitale nel contesto professionale e come il cantastorie possa scardinare il disincanto, la disperazione o la percezione che non ci siano soluzioni e possibilità di cambiamento.

L’aspetto più importante, in ogni caso, è che le fiabe aiutano a leggersi dentro, a conoscere se stessi e le dinamiche relazionali che si instaurano nel contesto in cui si vive e si lavora.

Per chi vuole scoprire come un cantastorie si muove in azienda e quali trasformazioni “magiche” può generare, consigliamo di leggere questo libro liberandosi da ogni resistenza mentale e poi percepire l’effetto che fa, magari a occhi chiusi, come fa Piera Giacconi quando invita le persone ad ascoltare una fiaba…

 “C’era una volta… Un cantastorie in azienda” di Piera Giacconi (FrancoAngeli editore, 2011)

Piera Giacconi è cantastorie, arte-terapeuta, formatrice e consulente di direzione. Si è specializzata in psicologia applicata alla comunicazione, tecniche di approccio corporeo, narrazione e canto con importanti ricercatori in Italia e all’estero. È formatrice AIF e fa parte del Club di terapeuti e formatori Horaklés® di Parigi. Si è specializzata a “La Voix des Contes”, dove ha appreso come utilizzare le fiabe per lo sviluppo della qualità umana e del potenziale creativo negli adulti. Nel 2004 ha fondato a Udine la prima Scuola italiana per cantastorie e arte-terapia, basata sul “metodo Debailleul” e unificando i lavori tradizionali delle fiabe e del respiro volontario.

Il suo sito è La voce delle fiabe

Articoli che possono interessarti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Annulla

Ultimi Post

Be Social

Facebook Pagelike Widget